fbpx
Home » Angraecum Didieri

Angraecum Didieri

da Micaela

TAG

Fornitore: nardotto&capello

Presa il: aprile 2016

Ultimo rinvaso: 2019

Substrato: orchiata power +

Supporto: vaso in terracotta forato

COLTIVAZIONE IN PILLOLE

Temperature: Min 14℃ Max 30℃

Umidità: 60%

Riposo: No

Intensità luminosa: Alta

pagella

livello di difficoltà nella coltivazione da1 facile a 5 difficile
3.5/5

è un’orchidea che va capita, perchè vuole radici umide, ma marciscono facilmente, e tanta luce per la fioritura. Per ovviare al problema delle radici l’ho messa in un vaso di terracotta forato.

Notizie generali

descrizione e distribuzione

L’Angraecum Didieri è una piccola orchidea, proveniente dal Madagascar, cresce epifita, in boschi umidi ad elevazioni fino a 1500 mt. slm

La sua particolarità è il grande fiore bianco dal lungo sperone, che profuma soltanto di notte, perchè viene impollinato da falene.

note di coltivazione

L’ Angraecum Didieri è un’orchidea da serra intermedio calda, fiorisce in tarda primavera, tra aprile e giugno, e viene coltivata bene in cestello o su zattera, perchè ama le radici areate e tende a farle marcire in vaso. Tuttavia avevo difficoltà a mantenerla umida nel vaso a cestello e l’ho trasferita in vaso di terracotta forato, che sembra una soluzione ottimale, grazie proprio alla traspirazione della terracotta.

Io la tengo all’aperto in balcone riparato dal sole, in estate, c’è un sistema di nebulizzazione che parte 2 volte al giorno per 3 minuti e lo bagno ogni 4/5 giorni circa, se fa molto caldo anche più spesso. In inverno, lo sposto in mansarda non riscaldata, con un occhio alle temperature, se scendono sotto i 12 lo riporto in casa, e bagno molto meno.

DIARIO DI COLTIVAZIONE

2021

nel corso degli anni è cresciuto leggermente in altezza, trovo che sia un’orchidea dalla crescita lenta, però ha prodotto diverse nuove vegetazioni basali.

2020

a fine luglio: fioritura, ma non ne ho potuto godere dato che sono partita per le vacanze che stava per aprirsi e sono tornata che era già sfiorito! il fiore dura solo pochi giorni

2019

l’angraecum didieri diventa inquilino della veranda, lo travaso in orchiata in un vaso di terracotta forato, che si rivela la soluzione ottimale per lui. Gli Angraecum non amano i rinvasi ma per fortuna non sembra risentirne.

2016

La acquisto ad aprile con bottone floreale già formato.

A maggio fiorisce.

La tengo all’aperto in balcone riparato dal sole, in estate, c’è un sistema di nebulizzazione che parte 2 volte al giorno per 3 minuti e lo bagno ogni 4/5 giorni circa, se fa molto caldo, anche più spesso. In inverno, la sposto in mansarda non riscaldata, e bagno molto meno.

Fonti

https://travaldo.blogspot.com/2018/06/angraecum-didieri-orchid-plant-care-and-culture.html
http://www.orchidspecies.com/angdidieri.html
http://www.regnumnaturae.org/blog/angraecum-didieri/

http://orchidfetish.com/angraecum.html
0 commento
0

Ti potrebbe interessare

lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Accetto Dettagli Privacy e Cookie